Parla la nonna del sisma, cosi’ la terra tremo’ nel ’15 di Fabio Iuliano TUSSIO (L’AQUILA) – Sono pochi quelli che si ricordano il terremoto del 1915 che colpì la provincia dell’Aquila, in particolar modo il bacino di Avezzano, con ripercussioni anche sul capoluogo, e che causò oltre 30 mila vittime. All’epoca, Pia Maria Loreta Carosi – conosciuta in tutto il paese come zia Pia – aveva nove anni, oggi ne ha quasi 103.

Io non ho paura, e in casa ospito romeni di Fabio Iuliano NAVELLI (L’AQUILA) – C’é qualcuno che ha dominato la paura e non ha rinunciato a passare la notte nella propria abitazione. Così sicuro da ospitare persino un’intera famiglie di romeni in difficoltà, perché il coraggio non guarda in faccia al passaporto. La quasi totalità della popolazione della Piana di Navelli ha dormito nelle autovetture, se non è riuscita a trovare posto nelle tendopoli allestite.

Niente trucco per la sposa, niente coiffeur, nessun pranzo di nozze, solo una cerimonia semplice per celebrare un amore che il sisma ha solo potuto rinforzare. Il matrimonio che Massimo Marinelli e Maria Chiara Aio celebreranno domani mattina sarà all’insegna della semplicità, altro non potrebbe in questi giorni difficili per la comunità aquilana.

NAVELLI (L’AQUILA) – C’é qualcuno che ha dominato la paura e non ha rinunciato a passare la notte nella propria abitazione. Così sicuro da ospitare persino un’intera famiglie di romeni in difficoltà, perché il coraggio non guarda in faccia al passaporto. La quasi totalità della popolazione della Piana di Navelli ha dormito nelle autovetture, se non è riuscita a trovare posto nelle tendopoli allestite.

Chi vi scrive è un residente dell’Aquila che ha avuto la fortuna di sopravvivere alla tragedia che sta interessando tutto il bacino. Il mio è un messaggio a tutte quelle persone che in questo giorno stanno guardando le immagini della nostra terra devastata attraverso i media. Da giornalista so bene che presto purtroppo i riflettori delle grandi testate si spegneranno. Non lasciateci soli. Questa città ha bisogno dell’aiuto di tutti per rinascere. La nostra gente ha bisogno di viveri, vestiario, acqua, ma anche di una pacca sulle spalle per andare avanti. Aiutateci a ricostruire questa città medievale. Aiutateci ad andare

  La cronaca delle ultime disfatte azzurre in un reportage su Cafebabel.com. Ecco la versione originale di un servizio sull’ultimo torneo delle Sei Nazioni disponibile in sette lingue diverse sulla piattaforma internazionale di www.cafebabel.com Una decima edizione del Torneo delle Sei nazioni nel segno delle nazionali celtiche: promossi dragoni e trifogli, Irlanda superstar. Bocciati gli azzurri insieme agli inglesi. Francia e Scozia rimandate a settembre.   FOCUS di Fabio Iuliano – L’Aquila Cala il sipario sulla decima edizione del torneo delle Sei Nazioni ora più che mai all’insegna del Galles campione uscente e, soprattutto, dell’Irlanda che se lo aggiudica per la

di Fabio Iuliano Succede di tutto nel mondo dei social network, come Facebook, Myspace, Second Life. C’è gente che spende soldi reali per poter inviare un aperitivo virtuale. C’è chi prova la soddisfazione di aver “accumulato” un maggior numero di amici rispetto agli altri. Con relazioni del tipo «Oggi ho stretto amicizia con Giuseppe Rossi, Francesca Bianchi e Giuseppina Lia Sergioni, ma devo mettere in agenda di fare uno squillo a Filippo per ricordargli di accettare la mia friend request». Con Facebook si può.

Facce da Sei Nazioni

Tifosi aquilani sul network europeo di Cafebabel “Gli italiani non vincono nulla ma si divertono”. Titola così un servizio realizzato da Cafebabel (il magazine on line che pubblica nelle principali lingue europee) per il Sei Nazioni 2009. Tra le foto inserite spunta anche la faccia di qualche tifoso aquilano. Clicca qui per la fotogallery completa

di Fabio Iuliano   L’AQUILA. La nuova frontiera virtuale di Facebook diventa una vetrina per le aspiranti miss. Spopolano così, praticamente ovunque, le Community e i gruppi virtuali dedicati alla bellezza al femminile, per il gusto di migliaia di internauti che ogni giorno restano incollati davanti al monitor.  Andiamo per ordine.  Facebook è un «social network» che permette di chattare con i propri contatti, scovare amici che non vedevi e sentivi da anni e, soprattutto, condividere materiale audiovisivo (foto, filmati e registrazioni musicali). Può capitare che un amico ti inviti ad entrare nella community virtuale dedicata alla musica dei Rolling