Parlando al telefono per un breve confronto in vista dell’apertura della Perdonanza Celestiniana si era impegnata con i suoi fan e con i nostri lettori: “Presto avrete mie notizie in merito a novità discografiche, vi farò sapere tutto a tempo

Un brindisi di inizio attività ha accompagnato la presentazione dell’ottava stagione artistica di Spazio Rimediato, il teatro off di via Fontesecco 22, alle porte del capoluogo. Quindici gli appuntamenti del cartellone 2023/24 – Tutto il superfluo necessario, con una programmazione

Diciamoci la verità, non sarà facile. Tra le ventisei città italiane e le unioni di Comuni in lizza come Capitale della Cultura 2026 figurano, insieme all’Aquila, delle realtà metropolitane capaci di intercettare circuiti internazionali. Si potrebbe parlare, tra tutte, di

Una ventina di artisti internazionali per tre giorni di performance d’arte, danza, musica e teatro: al via giovedì 14 settembre alle 17 nella Sala della Voliera di Palazzo Ardinghelli all’Aquila il Festival Internazionale Performative organizzato dal MAXXI L’Aquila in collaborazione

“A me mancava quella libertà. L’odore della pioggia, il mare arrabbiato. Qua ce l’hanno tutti l’anima”. La superficie semitrasparente dei cilindri colorati nel cortile di Palazzo de Nardis riflette la gru del cantiere a ridosso. La scritta che personalizza ciascun

“Let’s talk about art – parliamo di arte”. L’invito arriva da uno striscione aereo che da due giorni compare tra le gru della skyline del centro storico. Una realizzazione che porta la firma di Maurizio Nannucci, artista visuale e il

“Una sfida affascinante, nel dialogo e nella diversità”. Cristina Perrella, curatrice della terza edizione di Panorama, la grande mostra diffusa itinerante che segue Procida (2021) e Monopoli (2022), ha presentato così il suo lavoro all’Aquila. Un’esperienza di quattro giorni che

Dopo Procida (2022) e Monopoli (2021), Italics porta all’Aquila la terza edizione di Panorama, la mostra diffusa itinerante che dal 2021 mette in relazione arte, architettura, antichità e contemporaneo con il territorio e le sue comunità, e che per il

L’ultima grande pestilenza che questo paese ricordi colpì duramente il Regno di Napoli tra il 1656 e il 1657. All’Aquila, per contrastare il contagio, furono chiuse ermeticamente le porte d’accesso alla città. Chi poteva, riusciva a entrare e uscire nella

“Ma quelli siete tu e Claudio…”. Tutto è partito da qui, dal biopic Stanlio & Ollio di Jon S. Baird visto distrattamente sul divano di casa, in una di quelle lunghe giornate da riempire, perché costretti a casa con il