«Senza croce non c’è luce. Senza prova non c’è gloria», ripete Salvatore “Totò” Cascio l’indimenticabile bambino (ora uomo) del capolavoro di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso, film premiato con L’Oscar. Incontri in cui l’attore siciliano giustappone la “gloria” vissuta sotto i

Ogni estate la vecchia Autobianchi di famiglia percorreva i 600 chilometri che separano Pescara da Trento, la città della famiglia materna. Il viaggio iniziava da Pescara di notte e le luci dell’alba si cominciavano a intravedere verso la fine del

Gli arrangiamenti dell’ultimo album, il migliore al Premio Tenco dello scorso anno. I successi di sempre. Le storie da raccontare attraverso un microfono, un leggìo e un vecchio raccoglitore colorato dove inserire i testi in scaletta. Le «ferite compatibili» per

Torna, per la seconda volta in questa stagione, sul podio dell’orchestra dell’Istituzione sinfonica abruzzese Alessandro Mazzocchetti, classe 1995 flautista, compositore e bacchetta molto apprezzata dal pubblico con cui si è esibito regolarmente negli ultimi anni. È chiamato a dirigere i

«La gente ha addosso i tempi di Netflix e dei social network e il teatro non può non tenerne conto». Parola di Arturo Brachetti, trasformista, attore, illusionista e regista teatrale tra i più acclamati al mondo, in tournée con il

«Una canzone non sopporta l’insulto del tempo: il tempo lo ferma”, scrive Roberto Vecchioni in coda alla prefazione del libro che porta il suo nome, insieme al commento di alcuni tra i brani più significativi della sua discografia. E poi,

L’evoluzione dell’intelligenza artificiale e la dipendenza crescente dalla tecnologia possono arrivare a rendere i nostri avatar così come i nostri interlocutori digitali più umani di noi? Se lo chiede Claudio Morici nel suo Alexo, titolo “vagamente” ispirato a uno degli assistenti

La 47ª stagione concertistica dell’Istituzione sinfonica abruzzese riparte con “Somebody to love”, omaggio alle musiche dei Queen con un concerto evento dedicato a una delle rock band più rappresentative di sempre. Due gli appuntamenti: sabato 26 febbraio alle 17.30 al

Cosa avrebbe detto realmente Osho, mistico e maestro spirituale indiano scomparso nel ’90, se avesse avuto tempo e modo di commentare i fatti salienti del momento, sfoggiando un’ironia improbabile in una altrettanto improbabile parlata in romanesco? Se lo chiede da

Interconnessioni tra generi, come folk, etno-rock, canzone d’autore, il progressive, la sperimentazione e l’elettronica. Questi gli elementi di “Animas” l’album concepito dalla collaborazione del cantautore Beppe Dettori e l’arpista Raoul Moretti, un universo musicale in cui il mondo arcaico e quello moderno si