Le ballate di sempre, le armonie e i colori di “In questa storia che è la mia”. Le proiezioni sulle pareti delle Terme di Caracalla. Il tapping del figlio Giovanni sui ricordi del Lungotevere. E una musica che sa trascendere.

Nel segno dell’hard rock e, soprattutto del punk, dai fermenti proto-punk degli anni Sessanta alle evoluzioni degli anni Novanta e Duemila. Questo è l’omaggio targato “The Biggest Combat Rock Band” che torna dal vivo a Pescara, nell’ambito della rassegna Estatica alla

A passo di reggae

Ma che poi si è capito qual è il ritmo giusto per correre? Centoventi, centotrenta, centoquaranta boh? Io e mamma andiamo a ritmo di reggae che è un po’ il battito del cuore a riposo… Solo un po’ rallentato #Stracittadina2022

«Senza croce non c’è luce. Senza prova non c’è gloria», ripete Salvatore “Totò” Cascio l’indimenticabile bambino (ora uomo) del capolavoro di Giuseppe Tornatore Nuovo Cinema Paradiso, film premiato con L’Oscar. Incontri in cui l’attore siciliano giustappone la “gloria” vissuta sotto i

È dedicato a Taylor Hawkins, batterista dei Foo Fighters scomparso all’improvviso il 25 marzo a Bogotà all’età di appena 50 anni, il primo contributo video tratto dal concerto dei Rockin’1000 allo Stade de France, per il That’s Live 2022. Una cover di My Hero,

L’abbraccio collettivo di oltre 50mila persone allo Stade de France che sabato, a tre anni di distanza, ha ritrovato Rockin’1000 – la rock band più grande al mondo. Un concerto di due ore che è stato occasione per lanciare messaggi

«Non siamo responsabili che per il metro quadrato di spazio che ci circonda e sta a noi decidere se alzare un muro o tendere un braccio». Simona Molinari racconta il tempo che viviamo con la consapevolezza e la delicatezza delle

Musica rock, leggera, pop-dance, da camera, ma anche teatro e cinema nella sesta edizione di Festiv’Alba, rassegna di appuntamenti estivi in programma dal 29 giugno al 9 agosto ad Alba Fucens. Una rassegna a cura dell’associazione culturale Harmonia Novissima in

Il dolore, le geometrie del ricordo, la luce tra le crepe e i suoni delle ragioni per guardare avanti. Un’atmosfera intima e soffusa ad accompagnare l’incontro con gli studenti dell’Istituto Da Vinci-Colecchi dell’Aquila a 13 anni dopo la scossa del

San Francisco, Barcellona e Fontecchio. Una geografia di luoghi e fusi orari che diventa quartiere in un teatro di incontri. Nato dall’iniziativa Mapp di San Francisco (Usa), il Mission Arts & Performance Project è stato affiancato dai progetti gemelli EntreSuelos