Festa della birra a Scoppito che ritrova il suo storico bar in una nuova gestione inaugurata a fine giugno. Il titolare, Tommaso Di Donato, si dice pronto a promuovere un calendario di appuntamenti di intrattenimento per bambini e adulti nell’arco di

L’acqua della fonte suona il suo tamburo d’argento. Gli alberi tèssono il vento e i fiori lo tingono di profumo. Una ragnatela immensa fa della luna una stella (Notte d’estate – Federico García Lorca)

Farà un certo effetto sentir risuonare in uno stadio tedesco il motivo Seven Nation Army. Ricordate quel po-po-po-po che ha accompagnato il cielo azzurro sopra Berlino del 2006? Ecco, domenica prossima la canzone dei White stripes è stata inserita nella

È il 1962. Monsignor Karol Józef Wojtyła, vescovo ausiliare di Cracovia, è in Italia, a Roma, per partecipare ai lavori del Concilio Vaticano II, aperti l’11 ottobre dello stesso anno. E anche allora, colui che nel 1978 sarebbe salito sul soglio

Musica, non-poesia e flamenco sulle orme di Federico Garcia Lorca”. Questo il titolo dell’incontro in programma domenica 30 nel borgo di San Pietro della Jenca (L’Aquila), in occasione del secondo incontro della rassegna nazionale “Il Giardino Letterario”.  Un reading concerto

Amplificatori pronti a vibrare da domani pomeriggio per il Pinewood Festival all’Aquila, la grande kermesse dedicata alla musica indie, con una due giorni a Murata Gigotti (nell’area di Coppito) tra musica, installazioni cult e attrazioni ludiche. Tra i gruppi principali

«Avete notato che Riccardo Zanotti somiglia a Piero Angela?». Si legge tra i commenti a Irene, uno dei singoli più celebri dei Pinguini Tattici Nucleari, giovanissima band – 24 anni di media – con già all’attivo tre dischi, 30 milioni

Per il terzo anno la donna sarà al centro dei concerti del solstizio d’estate, grazie all’iniziativa Donna Summer che mette in campo un programma variegato, fra i vari generi musicali, dal jazz al rock, dal folk alla classica e al

In trekking da Lago Racollo (1.573 metri di altitudine), nell’area di Santo Stefano di Sessanio, verso l’altopiano di Campo Imperatore, ai piedi del Corno Grande, per raggiungere – a quota 1763 metri – il teatro naturale che ospita il concerto

«Qui in città abbiamo realizzato dei concerti importanti ma, come Solisti Aquilani, siamo ben più interessati a portare il nome dell’Aquila in giro per il mondo». E di esperienza professionale, in campo internazionale, Fabrizio De Agostini ne ha da vendere.