ARCOBALENI

Da piccolo non credevo agli arcobaleni (se non altro perché non mi era mai capitato di vederne uno) Oggi sono l’unica cosa a cui credo

Un’estate difficile quella alle spalle, ma non priva di soddisfazioni per I Solisti aquilani, parte attiva ai festival di Lubiana, Montepulciano, Scolacium e nelle rassegne “Musei in Musica” e “Alla scoperta dei luoghi dello spirito e dell’arte”. Una strada che non si ferma e che incrocia, lunedì 19 e mercoledì 21, palcoscenici a Milano e Napoli da dividere con il fisarmonicista Richard Galiano, prima dell’inaugurazione della stagione concertistica dell’Accademia filarmonica romana al Teatro Argentina di Roma, giovedì 12 novembre. Il giorno precedente, l’Auditorium del Parco dell’Aquila ritrova “Musica per la città”, la rassegna dedicata al capoluogo abruzzese giunta alla 8ª

Arriva nei cinema italiani We Are The Thousand – L’incredibile storia di Rockin’1000, il lungometraggio diretto da Anita Rivaroli programmato come evento dal 25 al 28 ottobre. Un film  che verrà presentato in anteprima alla Festa del Cinema di Roma giovedì 22 ottobre. We Are The Thousand – L’incredibile storia di Rockin’1000 racconta la storia di Rockin’1000, la più grande Rock Band al mondo, iniziata nel 2015 quando per la prima volta al mondo 1000 musicisti si incontrarono nel Parco Ippodromo di Cesena, per eseguire il più grande tributo mai realizzato: suonare all’unisono Learn To Fly e recapitare il video ai Foo Fighters. Diventato

In un  mondo in cui tutto va veloce, gira in fretta e dove la parola d’ordine è che tutto si può skippare, cioè saltare, con un click, da un contenuto all’altro, si eleva un grido educato (please) ad ascoltare. La voce è quella di Alberto Ludovici, in arte 001 Best,  cantante aquilano, pronto a lanciare il suo primo singolo intitolato Pliz non la skippare. Un brano incalzante e irriverente, a tratti surreale, che tra sonorità che attingono dal rock alla trap e dalla musica classica alla musica elettronica, in un cocktail dal sapore anni ’80 che fa l’occhiolino alle tendenze del momento,

Arriva sulle frequenze dell’emittente aquilana Radio L’Aquila 1 (FM 93.5), e in streaming su www.radiolaquila1.it “Ticket To Ride – canzoni in viaggio”, il nuovo programma di approfondimento condotto da Antonella Finucci, Valeria Valeri e Fabio Iuliano. Ogni settimana, il martedì alle 12,05 e la domenica, in replica alle 15,05 verrà affrontato un tema diverso legato al viaggio, all’andare, alla scoperta. Un percorso declinato in tre canzoni (trasmesse dallo studio o suonate dal vivo) e accompagnato da riflessioni, spunti letterari classici e contemporanei. La prima puntata, in onda martedì 20 ottobre, è dedicata alla “purezza”. Nelle settimane successive verranno affrontati temi come incontro, spiritualità, macerie e rovine, labirinti,

Strano mestiere, di questi tempi, quello dello stand-up comedian, in piedi con la quarta parete che non esiste e il pubblico da tenere attivo battuta dopo battuta. Strano mestiere con la sala semibuia, le poltrone distanziate e le mascherine a coprire le espressioni del viso della gente. «Ogni tanto mi tocca chiedere alla gente di dire qualcosa, per non avere l’impressione di parlare di fronte a un pubblico sagomato», si era trovato a dire Daniele Parisi, artista scelto da Spazio Rimediato – il teatro off dell’Aquila – per l’apertura di stagione qualche settimana fa. Un cartellone che ha ospitato anche

In uscita su tutte le piattaforme in streaming “Get It Back”, il brano che fa parte della compilation per beneficenza “Good Music to Aver the Collapse of American Democracy”, che è stata acquistabile il 2 ottobre per sole 24 ore. Questo progetto discografico contiene registrazioni mai pubblicate, rarità, remix e cover di artisti come i R.E.M., Hailey Williams, My Morning Jacket e molti altri. Tutti i proventi sono stati destinati al Voting Rights Lab, organizzazione politicamente indipendente che ha come obiettivo di diffondere informazioni politiche e legislative per assicurare e difendere i diritti di voto degli americani. I Pearl Jam hanno una lunga

Da un lato la partita del diritto, giocata sul filo teso tra un’ordinanza comunale e il suo relativo ricorso al Tar. Dall’altro la vicenda umana e sociale che coinvolge la mensa di Celestino, uno dei pochi avamposti per l’assistenza alle famiglie indigenti, presidio dall’importanza strategica grande anche negli ultimi mesi segnati dalle ripercussioni economiche sulle restrizioni anti-Covid. Si tratta del complesso che si trova all’angolo tra via Raffaele Paolucci e via Ugo Piccinini, nell’area di piazza d’Armi, che ospita varie realtà di volontariato, la chiesa di San Bernardino, una struttura per il ricovero dei migranti e la sede della Fraterna

Qualche riga, scritta di getto da Todd Thomas Brown, all’indomani di “Niente di speciale”, l’evento che ha riempito di magia il borgo di Fontecchio tra musica, poesia, performance, arti grafiche. Cara Bella Fontecchiani, Buon lavoro! Grazie mille per aver partecipato all’evento di ieri sera con un preavviso così breve! È stato un esperimento per attivare tanti spazi senza che tutto fosse perfetto. Ecco perché volevo chiamarlo niente di speciale, quindi non pensiamo che debba essere un grosso problema. Certo, è facile immaginare come potrebbe essere migliore con molta più pianificazione. Ma allo stesso tempo sono molto contento che sia stato