Ancora all’Aquila e ancora a Monticchio, tre anni dopo l’ultima volta. Stasera i Marlene Kuntz tornano a regalare energia e sudore al pubblico abruzzese per una tappa dell’Onorate Il Vile Tour, che celebra il ventennale dell’uscita del secondo album della

La luce. Guai a farla spegnere. Guai a farla mancare. Specialmente in alcuni periodi dell’anno. Specialmente in alcuni luoghi. Copenaghen e Malmö, da un lato all’altro del ponte di Øresund, la spettacolare infrastruttura stradale e ferroviaria, tramite tunnel e sopraelevata.

Hay que soñar. Desdichado del que no sueñe, pues nunca verá la luz… Bisogna sognare, sventurato chi non sogna perché non vedrà mai la luce Tratto da New York, Andalusia del cemento (Aurora edizioni) Madrid, luglio 1936. Come ogni anno,

Dalle piccole aule di palazzo Camponeschi, alla sala Rivera in un mondo che esisteva fino al 6 aprile 2009. E c’erano state già le notti di Swansea, tra open mic, spettacoli teatrali (Bodas de Sangre al Taliesin art centre, realizzato

Sabato 10 dicembre nella sede dell’Accademia svedese di Stoccolma si è tenuta la cerimonia di assegnazione dei premi Nobel, compreso quello per la letteratura, assegnato a Bob Dylan. Del Nobel a Dylan si è parlato moltissimo nelle ultime settimane, a causa

“Tieni duro Sami, tu ce la devi fare”, le ultime parole ascoltate dal padre, prima di andare via senza voltarsi, quasi per non diventare una statua di sale. Il racconto di Sami Modiano, uno dei pochi sopravvissuti ancora in vita

Sabato 10 dicembre, ore 21. Concerto allo Spazio rimediato: L’Aquila Musica, non-poesia e flamenco. Sulle tracce di Federico Garcia Lorca In scena Yawp: Batteria, percussioni e cajon: Piero Pozzi Basso: Nino Maurizi Voce e chitarra: Fabio Iuliano Baile flamenco: Ilaria

Dopo l’anteprima al festival della Microeditoria a Brescia e la presentazione al Polarville, altre due date sono in programma nel capoluogo abruzzese per quello che riguarda “New York, Andalusia del cemento – il viaggio di Federico Garcia Lorca dalla terra

Il libro “New York Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico Garcia Lorca, dalla terra del flamenco alle strade del jazz” verrà presentato Venerdì 18 novembre (ore 18.30) – Polarville (L’Aquila) Sabato 10 dicembre (ore 20) – concerto Spazio

¡Qué haré yo sobre estos campos Cogiendo nidos y ramas Rodeado de la aurora Y llena de noche el alma! Il contrasto fra la notte e il giorno, fra il buio e la luce, fra il sorgere e il calare