Il pallone in cuoio impresso nel murale trompe l’oeil di piazza Del Mercato scivola sino a piazza Trieste rimbalzando da un vicolo a un altro attraverso le scalinate in pietra, fino a raggiungere i piedi del suo autore, Callisto Di

Oggi sarebbe stato il suo compleanno. Eppure, quasi 10 anni fa, la sua voce e il suo talento dovettero fare i conti con la forza devastante di un sisma che ha strappato i sogni di tanti giovani. Quel sogno che

Lisbona è un luogo magico, fiabesco, capace di avvolgere con luci, colori, suoni e profumi inebrianti; città ideale per chi vuole immergersi nelle arti e cambiare prospettiva. L’attitudine al colore e all’arte urbana della capitale portoghese prese forse vita nel

Il Divan Japonais è un locale che ha solide radici nella Parigi bohemien della fine dell’800. Era infatti un locale sorto a Parigi al 75 di rue des Martyrs. Fu aperto grazie ad una idea del droghiere e poeta Jehan

“Mark Knopfler ha la straordinaria capacità di far emettere alla sua Schecter Custom Stratocaster dei suoni che paiono prodotti dagli angeli il sabato sera, quando sono esausti per il fatto di essere stati buoni tutta la settimana e sentono il

L’atmosfera intima di un pub, tra sapori locali e visi familiari. Ma anche il gusto originale nella scelta degli arredi e della predisposizione locale. Si gioca su questi parametri l’allestimento del pub “Piazza” in via Trieste a Barisciano (L’Aquila). Al

Atmosfera di altri tempi a Sol Invictus – la (vera) storia del Natale”. L’evento si è proposto come un breve viaggio alla scoperta delle origini della festa del Natale, il suo corrispettivo nelle diverse culture, le sue icone, i suoi

Sedici anni, sedici anni e mezzo o giù di lì. Tutti i pomeriggi a suonare in una casetta malmessa, umida e senza riscaldamento (che non è proprio l’ultimo dei comfort se ti capita di vivere all’Aquila in inverno). Mario Ciancarella

Aurora Edizioni, casa editrice indipendente, ha promosso un appuntamento tra musica, cibo e letteratura che vede ospiti due autori abruzzesi. Fabio Iuliano con il suo Lithium 48 e Giuseppe Tomei con Io non c’ero: due racconti, due modi differenti (ma non troppo) di scavare e indagare nell’animo umano.

Mi avevano cucito su misura un Arlecchino all’incontrario, di un unico colore. Pezzi di anima rosa, consistenze diverse: lana, cotone, lino, seta, viscosa, canapa, acrilico a corrispondere ognuno a manine alzate, rossetti, marmi, pastelli, tatuaggi, scarpe, tovaglioli, tramonti, albe, rose,