«Nonostante le sue ferite, le difficoltà del momento, legate anche alle dinamiche della ricostruzione pubblica, L’Aquila sta giocando la sua carta nel panorama culturale, grazie al lavoro delle sue istituzioni. Come si può affermare il contrario?». All’indomani dell’analisi impietosa dello

Cancellare il ricordo della Seconda Guerra mondiale dai cuori e dalle menti dei giovani, spingendoli a orientare altrove sacrificio e abnegazione. Questo lo spirito che, nel 1945, 76 anni fa, spinse il giovane salesiano Sor Erminio Iacobacci a fondare il gruppo scout

Grande festa all’esterno dello stadio Olimpico di Roma, a prescindere il risultato fra Italia e Scozia valevole per il terzo turno del Sei nazioni di rugby. I tifosi fraternizzano, mangiano e bevono insieme, bande musicali più o meno improvvisate allietano