Un momento di riflessione e condivisione, attraverso la marcia, così come attraverso parole, musica e colori, sull’attuale delicatissima crisi internazionale, così come su tutte le guerre che tengono in scacco le giovani generazione. Questi i presupposti della marcia della pace

«Ammiro chi resiste, chi ha fatto del verbo resistere carne, sudore, sangue, e ha dimostrato senza grandi gesti che è possibile vivere, e vivere in piedi, anche nei momenti peggiori». Le parole di Luis Sepúlveda sulle pareti di un vicolo del centro,

Che vittoria sarà

“Che vittoria sarà quella che pianterà una bandiera su un cumulo di macerie?” (Papa Francesco) Foto: Jordy Meow on Unsplash

Agli anni che abbiamo alle spalle a Federico e Elena e all’unico futuro possibile 6 aprile 2009-2022

Continuare a cantare la Pace, nonostante tutto, senza rinnegare le proprie origini, anche in un momento delicatissimo come l’attuale. La cantante israeliana Noa, nel corso degli anni, ha eseguito centinaia di canzoni, esplorando vari territori della musica, fuso stili, suoni

Fonte: Repubblica.it TEHERAN – L’intelligence iraniana ha arrestato la sorella del premio Nobel per la pace, Shirin Ebadi. Lo ha annunciato su un sito web dell’opposizione la stessa avvocatessa pacifista premiata nel 2003. Secondo questa fonte, la donna è stata