Ricercatrice, cantante, polistrumentista ma sopra ogni cosa artista a tutto tondo che vanta collaborazioni internazionali. Claudia Bombardella è tornata in scena con un singolo registrato, missato e  masterizzato da Marzio Benelli, un brano dall’inevitabile peso sociale e artistico, determinante e  definitivo per molti aspetti.

Una dichiarazione d’amore. Per le nostre città, per il nostro Paese, per il mondo. Per il vivere uno al fianco dell’altro. Una nostalgia del futuro, al tempo del Coronavirus. Ecco Eu sei que vou te amar, una canzone composta da Vinícius

Lo stadio Olimpico illuminato da smartphone e accendini. I Pearl Jam sul palco, sui maxischermi il disegno di una ciambella di salvataggio con scritto #apriteiporti e #saveisnotacrime. «Siamo via da casa e quando torneremo il nostro paese sarà cambiato. Pace»,