Musica, non-poesia e flamenco alla biblioteca dell’Aquila
23 dicembre 2017 Condividi

Musica, non-poesia e flamenco alla biblioteca dell’Aquila

Sui rami dell’alloro

camminano due colombe oscure.

L’una era il sole,

l’altra la luna.

Venerdì 22 dicembre la biblioteca Salvatore Tommasi ha ospitato uno spettacolo di musica, poesia e flamenco basato sul libro del giornalista e docente  Fabio Iuliano, “New York – Andalusia del cemento. Il viaggio di Federico Garcia Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz”. l volume ripercorre le principali tappe artistiche e biografiche del poeta granadino. Il racconto della storia di un poeta, vittima della guerra civile spagnola, a cui sono bastati 38 anni per entrare nell’olimpo dei grandi della letteratura mondiale di tutti i tempi.

locandina correttaUn racconto che parte dalla colonna sonora, perché la sua vita rappresenta una sorta di tragitto simbolico tra il nord e il sud, l’oriente e l’occidente, l’orologio e il tempo. Il tutto condito da una smisurata passione per la musica che ha rappresentato la porta principale con la quale Lorca è entrato in contatto con il mondo dell’arte. Lo spettacolo prevede un reading di poesia inframezzato da interventi musicali e sessioni di danza “baile” flamenco con Ilaria De Angelis e Irene De Amicis. La musica dal vivo è del gruppo Yawp (Stefano Millimaggi, Piero Pozzi, Danilo Ciccarella oltre allo stesso Fabio Iuliano)