Lithium 48: es peligroso asomarse al interior
11 febbraio 2018 Condividi

Lithium 48: es peligroso asomarse al interior

Il titolo originario del primo film di Buñuel e Dalí a Parigi, quello che tutto il mondo avrebbe conosciuto come “Un cane andaluso”, era “Es peligroso asomarse al interior”, a indicare di quanto sia pericoloso guardarsi dentro. Nello scrivere un racconto così intimo come “Lithium 48” capita di dover fare i conti con il dolore che solo una passione intensa può darti. Non siamo mai così esposti alla sofferenza come quando amiamo. A volte, l’essenza di una persona è qualcosa che ci scava dentro. Quando l’equilibrio che ognuno cerca di ritrovare fa i conti con gli scherzi dell’inconscio. Quando i sogni fanno male e il ricordo di una storia finita invade il sonno. Senza tregua. Quando hai bisogno di riposare ma sai che restare a letto fa male ancora di più. Quando vorresti girare pagina e piangere, sapendo che quella storia è un luogo che non ti appartiene più. Ma è l’inconscio a dettare i tempi e le lacrime le hai già finite.

27750700_282047275657590_7371210802565980773_n