Non solo sci, le giornate dei campioncini iridati
25 febbraio 2016 Condividi

Non solo sci, le giornate dei campioncini iridati

Abbracci, strette di mano, foto rubate, pose improbabili con e senza gli sci. La kermesse dei mondiali non si ferma certo alle prove di fondo e discesa. C’è molto di più, a partire dal villaggio globale allestito alla base della seggiovia Brecciara, nell’impianto sciistico di Campo Felice. Una struttura allestita appositamente per questa manifestazione, ma che rimarrà in funzione anche dopo la fine dell’evento. Stand e servizi assortiti, tra cui la “Pro ski house”. Parliamo di una costruzione calda e accogliente dove atleti e accompagnatori possono rilassarsi e socializzare in un’atmosfera piacevole oppure organizzare riunioni e conferenze. La stessa struttura ospita un comodo spogliatoio utilizzato dai ragazzi prima e dopo le gare. Davanti alla ski house è stato allestito il podio delle premiazioni, dove è possibile ascoltare buona musica e prendere il sole, cosa che in questi giorni non viene affatto male. Completano gli allestimenti vari stand e aree di esibizione, dove si possono trovare gadget speciali e degustare prodotti tipici. Uno degli stand è riservato alle forze dell’ordine, carabinieri, polizia, esercito e forestale che hanno qui un centro operativo. Tra una discesa e l’altra si può anche bere un buon bicchiere o degustare prodotti tipici.

CULTURA E TOLLERANZA. Al via oggi le due iniziative collaterali alle competizioni sportive. Questo pomeriggio, l’Iis “Amedeo d’Aosta” ospiterà “La giornata della cultura”, durante la quale i rappresentanti delle 16 delegazioni avranno modo di presentare la propria nazione. Ogni nazionale allestirà uno stand attraverso cui raccontare le peculiarità della propria terra di origine. Un oggetto, in particolare, sarà scelto come simbolo dell’eredità culturale, così come è avvenuto nella cerimonia di apertura. Ad animare il pomeriggio saranno anche gli Sbandieratori della Città dell’Aquila e spettacoli di giochi e animazione. Domani, invece, è in programma la “Giornata dell’amicizia e dei popoli”. Tutte le nazionali faranno una visita alla città dell’Aquila guidati dagli studenti delle scuole superiori e delle Consulte studentesche. Ogni scuola “adotterà” una delegazione affiancando atleti e dirigenti nella passeggiata tra strade e vicoli del centro. Un momento particolarmente suggestivo che sarà reso possibile anche grazie al contributo dei ragazzi della protezione civile. Il tour è in programma alle 10 e porterà migliaia di persone in centro.

LE GARE. Quella di ieri è stata comunque una bella giornata per i nostri atleti, a partire dalla portabandiera della nazionale A Giulia Di Francesco, atleta aquilana in gara con l’istituto comprensivo Bachmann di Tarvisio, impegnata nella prova di slalom gigante a Campo Felice. La giovane si è classificata al quarto posto nella categoria C2, quella riservata agli atleti delle scuole superiori. Troppo forte il terzetto austriaco in testa alla classifica. Sempre nel gigante, categoria C1 (gli atleti più giovani), si è distinto l’aquilano Stefano Faccia nel gigante, settimo assoluto e primo degli italiani. Il giovane è il nipote dello storico maestro di sci Bruno Faccia, tedoforo d’eccezione all’accensione del tripode sul Gran Sasso che ha preceduto l’apertura della kermesse iridata. Infine, in occasione dell’evento internazionale, a Rocca di Cambio è stata organizzata una serata cabaret.

di Fabio Iuliano – fonte il Centro