Dopo la sorprendente rassegna dello scorso anno, incentrata sul tema controverso dell’immagine, l’edizione 2015 di “Cinema e psichiatria” affronta un tema universale come quello dell’amore, rappresentato in tutte le sue forme nel mondo dell’arte e in particolare sul grande schermo.

«Vossignoria non muoia signor mio, pigli il mio consiglio, badi a vivere, ché non può fare l’uomo peggiore bestialità in questa vita del lasciarsi morire così alla babbalà, senzaché nessuno lo ammazzi né altre mani lo finiscano fuorché quelle della