Le barche dimenticate di Neruda, il villaggio gitano di Lorca, le passeggiate di notte di Salinas e malinconia del tango affogata in un bicchiere di Rioja Tempranillo. Musica, poesia e flamenco nella serata di apertura dell’Andalucia, il ristorante dalla forte

«Bisogna sognare, sventurato chi non sogna perché non vedrà mai la luce». Così scriveva Federico García Lorca a proposito dei sogni, tema della sesta edizione di “Letti di notte”, la notte bianca del libro e della lettura, in programma sabato 17

«Chitarra, cuore trafitto da cinque spade». Così, il poeta granadino, Federico Garcia Lorca, parlava della sei corde, regalando delle suggestioni che solo chi aveva esperienza diretta sa dare. Se riusciva a farlo con tanta forza non era solo grazie alla sua

Musica, non-poesia e flamenco venerdì ad Avezzano, in un’iniziativa in programma al caffè letterario “Vieniviaconme” in via Colaneri (accanto al municipio di piazza della Repubblica). Alle 19 ci sarà un incontro dedicato alla poesia spagnola contemporanea. A fare da sfondo,

Che passeggiata di notte, con la tua assenza al mio fianco! Mi sta accanto il sentire che non vieni con me. Gli specchi, l’acqua mi credono solo; lo credono gli occhi. Sirene dei cieli ancora grondanti di stelle, tenere ragazze

Il 1936 si è preso la vita di un artista, un poeta e soprattutto un uomo, capace di sfruttare la forza delle sue idee, dei suoi sentimenti e persino delle sue insicurezze per realizzare un’opera letteraria e teatrale immortale. (Fabio

Dal primo allestimento di Mariana Pineda, con la collaborazione di un certo Salvador Dali, alle lunghe sessioni di prova con la compagnia di Marguerita Xirgu, è forse il teatro il legame più intenso tra Federico Garcia Lorca e Barcellona. Ma

Musica, poesia e flamenco ieri nel nuovo spazio giovani di Scoppito (L’Aquila), una nuova “casa delle idee” nelle intenzioni del sindaco Marco Giusti che ha da poco inaugurato la struttura a due passi dalla chiesa di San Bartolomeo.  Un evento

Dalle piccole aule di palazzo Camponeschi, alla sala Rivera in un mondo che esisteva fino al 6 aprile 2009. E c’erano state già le notti di Swansea, tra open mic, spettacoli teatrali (Bodas de Sangre al Taliesin art centre, realizzato

Sabato 10 dicembre, ore 21. Concerto allo Spazio rimediato: L’Aquila Musica, non-poesia e flamenco. Sulle tracce di Federico Garcia Lorca In scena Yawp: Batteria, percussioni e cajon: Piero Pozzi Basso: Nino Maurizi Voce e chitarra: Fabio Iuliano Baile flamenco: Ilaria