Anche L’Aquila si è unita alla festa di inizio estate tra i libri. Giovedì, nella notte più breve dell’anno, torna in tutta Italia, e anche nel capoluogo, la notte bianca dei libri e della lettura, giunta quest’anno alla settima edizione.

È in programma giovedì 22 (ore 18) l’undicesimo incontro del Caffè Letterario al Bibliobus di piazza d’Arti in via Ficara. Si parlerà di Lithium 48, volume targato Aurora edizioni – casa editrice trentina indipendente – per la collana Pensieri nuovi.

Tre giorni a Parigi a metà gennaio per raccogliere del nuovo materiale fotografico, poi due nuove presentazioni nella libreria Rinascita di Ascoli Piceno (domenica 4 febbraio ore 17.30) a Ladispoli (Roma), nei locali di Scritti e manoscritti  (sabato 10 febbraio

Pareti che scivolano al centro dello studio. Come le porte della percezione descritte dalla distopia di Aldous Huxley, in omaggio a uno dei versi che hanno fatto di William Blake uno degli ispiratori di tanti autori del rock contemporaneo. Pareti

Torna oggi all’Aquila, lo scrittore friulano Pino Roveredo, stavolta per presentare il suo libro Tira la bomba (Bompiani). «Dal 2009, quando visitai il centro distrutto dal sisma insieme a Roberto Vecchioni», sottolinea, «cerco di ‘timbrare il cartellino’ da queste parti

Quando avevo sedici anni e mezzo avevo un gruppo: le nostre canzoni affrontavano temi banali come vita, amore e morte. Non ho mai rinnegato i tempi in cui sognavo di diventare famoso come Cristina D’Avena.  Poi però sigle come quella

Sui rami dell’alloro camminano due colombe oscure. L’una era il sole, l’altra la luna. Venerdì 22 dicembre la biblioteca Salvatore Tommasi ha ospitato uno spettacolo di musica, poesia e flamenco basato sul libro del giornalista e docente  Fabio Iuliano, “New York – Andalusia

Fonte: La sepoltura della letteratura – Eccoci di nuovo a parlare di Fabio Iuliano, quest’istrionico giornalista aquilano, musicista, blogger e insegnante di lingua e letteratura inglese, che ho conosciuto grazie all’editore di Aurora Edizioni: Mirko Zanona. A un anno dalla

Lithium 48 (Aurora edizioni) si gioca nell’arco di 48 ore: 48 ore di ricordi, incontri, vite incrociate, passioni e immagini. L’autore ci porta in un viaggio spazio temporale attraverso suggestioni e immagini talvolta fugaci ma incredibilmente nitide, reali. La vicenda

Torna all’Aquila, la città dove ha studiato da fuori sede, la giornalista Nadeia De Gasperis, che sabato 2 dicembre presenterà al Polarville il suo nuovo libro: “Il giardino di Gezi e altri racconti” (Aurora edizioni). Un affresco fatto di attimi,