In viaggio, per sentirsi a casa: quali sono i colori del mondo? Una semplice domanda e centinaia di chilometri da percorrere per rispondere, armati di macchina fotografica, taccuino e telecamera. Il viaggio è quello della Comunità “24 luglio” sulle strade

 La plenaria di Strasburgo costituisce un osservatorio importante, una finestra su uno scenario internazionale in continua evoluzione. Gli scenari economici internazionali, i flussi migratori, così come i fronti caldi dalla Turchia al Venezuela sono al centro del dibattito. L’Unione europea

Guardare oltre i confini: Quando si parla del problema dei rifugiati, usiamo un linguaggio disumanizzante, che riduce la tragedia umana a numeri e statistiche. Ma dietro questa sofferenza ci sono persone reali, che – proprio come noi – hanno famiglie,

Viaggiando da Casablanca verso Marrakech, parte finale del percorso sulla rotta dei braccianti che dal Fucino fanno ritorno a casa, superiamo El Borouj e Cala e i monti dell’Atlante appaiono sullo sfondo. L’arrivo è proiettato nella incredibile piazza di Jamaa el Fna

Tra i vicoli della Medina, in un angolo anonimo che lambisce la grande moschea, spunta una sagoma ben nota: Piero Pelù sta girando bazar e chioschetti provando abiti e accessori per la moto. Non è molto in vena di chiacchiere

Due giorni e mezzo di viaggio verso Marrakech, 60 ore di cui 46 in un mezzo vecchio e freddo dove la notte puoi solo sperare che ti venga sonno, visto che le luci vengono spente per tutti. Le fermate programmate

«La nostra terra è la nostra madre e l’Italia la nostra moglie. Una moglie la scegli, ma la mamma è sempre la mamma: nessuno ti vuole bene come la mamma». Hassan El Aatmani si prepara a tornare a casa. Chiuderà

Nei primi mesi del 2015 in Europa sono arrivati 710.000 migranti, 129.000 in Italia. E 3.103 sono morti in mare, il 90% sulla rotta dalla Libia. Sono i dati forniti da Frontex e dall’Oim, che fotografano le dimensioni dell’emergenza che

Si fa chiamare Papi, perché il suo nome sarebbe troppo complicato da dire e da scrivere da queste parti. «Mica vorrai vedere i documenti?», chiede sorridendo a chi vuole saperne di più. Il pizzetto lo fa assomigliare a Ben Harper,

Gli invisibili delle campagne del Fucino non hanno nome e per questo spesso non possono essere aiutati. È questo ciò che è emerso dalla tavola rotonda “Lavoro dignitoso per un’agricoltura di eccellenza” organizzata nell’ambito della due giorni della Flai-Cgil. All’incontro,