“Life”. Vita. Attimi, smorfie del viso, ricordi, parole che scivolano dal silenzio. Oggetti. Ben cinquecento. Ognuno a raccontare una passione, un progetto, oppure solo la voglia di guardare avanti, oltre quella notte. «Sei aprile 2009, una data che ha cambiato

Pareti che scivolano al centro dello studio. Come le porte della percezione descritte dalla distopia di Aldous Huxley, in omaggio a uno dei versi che hanno fatto di William Blake uno degli ispiratori di tanti autori del rock contemporaneo. Pareti

«La mia è una mostra circolare. Si parte dal Gran Sasso per tornare al Gran Sasso». Piero Moscone ha in mano una stampa del Corno Grande con la visuale da Arsita. Proprio lì, il più noto grafico del ‘900 si