La strategia europea per la regione adriatico ionica sarà al centro di un incontro-dibattito promosso dall’Ufficio d’informazione in Italia del Parlamento europeo, in programma venerdì 17 giugno a Lecce. La regione adriatico ionica, attraverso il programma Eusair,  mira a promuovere

«Ma quali viaggi premio, quali gite… quelli che organizziamo a Bruxelles rientrano in un progetto didattico di promozione delle istituzioni comunitarie attraverso dei pacchetti che ogni parlamentare europeo ha a disposizione». Daniela Aiuto, europarlamentare abruzzese del Movimento 5 stelle, più

Schedati tutti i passeggeri di voli europei interni ed esteri, controlli sul web dei contenuti, accesso anche alle chat non convenzionali (come quelle che si servono delle console per videogiochi). Sono alcuni punti del piano Ue per la sicurezza e
Bruxelles città blindata, ancora oggi, con metro, scuole e centri commerciali chiusi. Ieri sera un’importante operazione di polizia ha interessato la città di Bruxelles e un sobborgo a sud-est di Charleroi, portando alla perquisizione di 19 casi e all’arresto di

Ricerca e sviluppo economico, con investimenti in Europa per 100 miliardi di euro nell’arco del periodo 20014-2020. Incentivi all’innovazione che passano anche attraverso il potenziamento infrastrutturale, a partire dai collegamenti per ferrovia, su gomma e via mare sulla dorsale adriatica.

Cooperazione internazionale, governi locali e politiche globali. La sfida parte dagli Open days 2015 di Bruxelles. Ecco gli highlights della prima giornata. [View the story “OPEN DAYS 2015 – ‘Europe’s regions and cities: partners for investment and growth’ – Monday

Sei un giovane tra i 18 e i 30 anni e sei nato, risiedi o hai studiato in Abruzzo? Hai voglia di viaggiare e tempo da investire in uno scambio internazionale, o meglio “transnazionale” per conoscere da vicino i pilastri

BRUXELLES. #NoAusterity #RipDemocracy. I manifesti sulle porte delle stanze degli esponenti Efdd hanno i colori della piazza. Segno di un’Europa che vuole ritrovarsi unita, ma che vuole anche affrancarsi da parametri e «regole di ingaggio» troppo stringenti per le forze

Austerità, Troika, pressione fiscale. Sono in tanti a lamentarsi anche qui a Bruxelles. Forse un po’ il vento sta cambiando sotto l’effetto di qualche corrente greca. Forse