«Quando c’è un ragazzo autistico in famiglia, l’impegno e la pressione sono enormi: spesso i padri lasciano, le coppie si separano. Talvolta c’è chi arriva fino all’omicidio-suicidio. Non si può negare assistenza a queste persone». Le parole del socio fondatore

“Fanc… la forza di gravità, quando sto con te io volo”. No, non bastava un sms o un messaggio su Whatsapp, magari corredato da un selfie. La dedica all’amata è rimasta impressa nel cemento grigio di uno dei corridoi interni

“Un bambino, un ragazzo autistico ha bisogno d’amore. Ascolta il tuo cuore e imparerai a vedere il mondo dal suo punto vista”  Nella foto (di Francesco Paolucci) un bambino gioca davanti alla basilica di San Bernardino all’Aquila illuminata di blu