Non ce la vedi, la bella Simona in gonna di velluto e fazzolettone a cantare “insieme abbiam marciato un dì per strade non battute”. E invece, la specialità di “scout canterina”, è stato il primo dei suoi tanti riconoscimenti musicali

All’Aquila il dopo-Cialente inizia con un ballottaggio: con oltre metà delle schede scrutinate, in testa c’è Americo Di Benedetto (centrosinistra) con il 46%. Solo sfiorata, quindi, al momento la vittoria al primo turno, mentre contro di lui al ballottaggio dovrebbe

Il giovedì notte, quell’angolo di città si riempie talmente tanto che neanche i ragazzi dello Straccale, il locale immediatamente di fronte a via Paganica, si sono resi conto dell’aggressione, almeno non nell’immediato. «Stavamo lavorando e c’era tanta gente da servire.

Leonardo da Vinci visitò L’Aquila e il circondario, salendo addirittura sulla piana di Campo Imperatore? Quella che sino ad ora era confinata al capitolo delle leggende metropolitane, sembra ora invece molto più che un’ipotesi. A dare credito a questa voce

Il giornalismo, la musica, i viaggi e la scrittura. Ecco il mio mondo, in un’intervista in radio con Vanni Biordi ai microfoni di Radio L’Aquila 1 per il programma Buongiorno L’Aquila, un programma di intrattenimento, informazione con le principali notizie

Mi Manda Rai Tre, il programma condotto da Salvo Sottile, nella puntata serale del 16 marzo, ha affrontato il tema dei tanti pericoli on line, i sistemi utilizzati in rete per ricatti a sfondo sessuale e i cosiddetti stupri virtuali,

La Regionale 17 bis che da Ofena porta a Villa Santa Lucia è un cimitero di alberi. Querce e faggi spezzati, rami infilati nella neve accatastata ai lati della strada. Qui l’abnorme nevicata che ha messo in ginocchio l’Abruzzo ha

Un elicottero del 118 è precipitato nell’aquilano, tra L’Aquila e Campo Felice. L’elicottero – un Aw 139 – sarebbe caduto in fase di recupero di un ferito su un campo da sci a Campo Felice. A bordo c’erano sei persone:

Due giorni dalla slavina che ha colpito l’hotel Rigopiano nel Pescarese, e che ha scosso l’Italia intera, il giornale satirico Charlie Hebdo, ha pubblicato una vignetta che ha fatto indignare moltissimi italiani. Numerosi sono stati infatti i commenti polemici rivolti

Arrivi ad accettare il tutto nel giornalismo… anche il precariato… quello che non va giù è che sia una lotta impari perché di fatto non siamo in un mercato libero e paritario… noi facciamo precariato a due soldi per non