La “villa della luna”, le donne di tanti e di nessuno, la città di Sofia, il tamburellista Angelo Brena, La poesia di Federico Garcia Lorca, il cielo di Irlanda, i valori della vita come la resilienza, l’amore e la volontà.

Hay que soñar. Desdichado del que no sueñe, pues nunca verá la luz… Bisogna sognare, sventurato chi non sogna perché non vedrà mai la luce Tratto da New York, Andalusia del cemento (Aurora edizioni) Madrid, luglio 1936. Come ogni anno,

Dalle piccole aule di palazzo Camponeschi, alla sala Rivera in un mondo che esisteva fino al 6 aprile 2009. E c’erano state già le notti di Swansea, tra open mic, spettacoli teatrali (Bodas de Sangre al Taliesin art centre, realizzato

Sabato 10 dicembre, ore 21. Concerto allo Spazio rimediato: L’Aquila Musica, non-poesia e flamenco. Sulle tracce di Federico Garcia Lorca In scena Yawp: Batteria, percussioni e cajon: Piero Pozzi Basso: Nino Maurizi Voce e chitarra: Fabio Iuliano Baile flamenco: Ilaria

Dopo l’anteprima al festival della Microeditoria a Brescia e la presentazione al Polarville, altre due date sono in programma nel capoluogo abruzzese per quello che riguarda “New York, Andalusia del cemento – il viaggio di Federico Garcia Lorca dalla terra

Il libro “New York Andalusia del Cemento – il viaggio di Federico Garcia Lorca, dalla terra del flamenco alle strade del jazz” verrà presentato Venerdì 18 novembre (ore 18.30) – Polarville (L’Aquila) Sabato 10 dicembre (ore 20) – concerto Spazio

L’inaugurazione dell’edizione 2016 è fissata per venerdì 4 novembre alle 19.30 al Salone Marchettiano. Sabato 5 e domenica 6 novembre invece la Rassegna si svolgerà come di consueto nella cornice di Villa Mazzotti, dalle 10 alle 20. Tra gli appuntamenti in programma segnaliamo: Sabato alle

Vedrà il suo debutto il 5 ed il 6 novembre a Chiari, in occasione della Rassegna della Microeditoria, la casa editrice Aurora edizioni, piccola realtà imprenditoriale trentina che si pone come obiettivo la pubblicazione e la distribuzione di racconti e saggi

Un labirinto intricato di suoni luci e colori. Ecco Fes nella sua parte più antica. Un dedalo di vicoli che attraversano in lungo e in largo l’antica e bella medina. E’ facile perdere il senso dell’orientamento.  La città è stata scelta

Nel 1928, in una conferenza tenuta agli studenti dell’università di Granada, un uomo spiegò così la natura della poesia: «La luce del poeta è la contraddizione». Quell’uomo era il trentenne Federico García  Lorca (Fuente Vaqueros 1898 – Viznar 1936) esponente di