Factory sound, nel sogno di Alessandra
8 Gennaio 2019 Condividi

Factory sound, nel sogno di Alessandra

Oggi sarebbe stato il suo compleanno. Eppure, quasi 10 anni fa, la sua voce e il suo talento dovettero fare i conti con la forza devastante di un sisma che ha strappato i sogni di tanti giovani. Quel sogno che oggi riparte in una sala intitolata a suo nome in piazzetta del Sole. Il sogno di Alessandra Cora, artista simbolo della Factory sound, un centro culturale dalle tante prospettive ma con la chiara vocazione per la musica. È stato inaugurato oggi quello spazio condiviso e movimentato con l’obbiettivo di valorizzare molte istanze artistiche della città. Uno spazio che si propone come accademia musicale, studio di registrazione e agenzia di comunicazione.

Alessandra Cora

L’obiettivo è quello di formare artisticamente tanti talenti, aquilani e non, e di creare un collegamento tra la didattica e l’ambiente e le professioni legate al mondo della musica, del canto, e in generale dello spettacolo. A fare gli onori di casa Marco Panepucci, giovane imprenditore aquilano e musicista che ha lanciato l’idea della scuola raccogliendo idealmente il testimone di Alessandra alla cui memoria è stata scoperta una targa alla presenza della docente di tecnica vocale Maria Teresa Reale, del talent scout Paolo Del Vecchio e, soprattutto di Grazia Di Michele, responsabile dell’area didattica in ambito musicale.

Presenti anche Valeria Cannavicci, Lucia Civisca (curerà un laboratorio di comunicazione), Federico Mari Fiamma (esperto in tecniche di elaborazione audio e registrazione in digitale), Marco Rotilio e Mario Ciancarella, bassista al seguito di Carvin Jones e responsabile di Onda Dischi, una sala discografica con cui la Factory Sound porterà avanti una joint venture.


Tra le altre alternative didattiche c’è la possibilità di intraprendere lo studio di vari strumenti musicali, studi teorici, corsi specializzati come il laboratorio radiofonico, corsi da deejay, corsi di home recording o Ableton Live, Masterclass con professionisti del settore e corsi di alta formazione.

Presenti al taglio del nastro Agostino Del Re (Cna), Francesco Bignotti (Comune dell’Aquila) e Pierpaolo Pietrucci (Regione Abruzzo). A fare breccia tra batterie, amplificatori, Telecaster Squire, mixer e pannelli per l’insonorizzazione, anche delle riproduzioni di copertine album e singoli che hanno fatto la storia del rock.

di Fabio Iuliano – fonte: Virtù Quotidiane