Le bellezze d’Abruzzo da scoprire correndo
23 giugno 2018 Condividi

Le bellezze d’Abruzzo da scoprire correndo

K-way, borraccia o camel bag, barrette energetiche, telefono cellulare, oltre che resilienza allo stato puro. E poi via, tra i sentieri della Majella “Sulle tracce del lupo”. Si chiama così, la due giorni di sport e consapevolezza ambientale in programma questo week-end: a Piana delle mele, nell’area di Guardiagrele, con la Majella mother marathon (Mmm) e con l’Ecotrail in Val Vesola. Quarantadue chilometri la prima competizione – una vera e propria maratona in quota – quattordici la seconda. Giunta alla sua seconda edizione, la Mmm non è una gara di trail running, non è una competizione sportiva, non è una skyrace, è un’avventura nel cuore selvaggio d’Abruzzo. Un’esperienza indimenticabile nella natura, un’occasione per scoprire un mondo favoloso. L’Ecotrail, invece, è arrivato alla sesta edizione: una prova ben rodata sin dal primo via, nel 2013, grazie al coordinamento organizzativo dell’associazione “Let’s run for Solidarity”, affiliata Csen, con sede a Spoltore.

I PARTECIPANTI. I numeri di questa edizione sono strabilianti, 500 atleti iscritti alla due gare di corsa, in rappresentanza di circa 100 società sportive. Sono 100 gli escursionisti coinvolti negli eventi collaterali. Sempre un centinaio i premi messi in palio per gli atleti. Oltre 1.000 le porzioni previste per il pasta party.

IL PROGRAMMA. Oggi alle 10 è prevista l’apertura del “Wolf village” in località di Piana delle Mele. Alle 12 apriranno gli stand per la consegna pettorali, mentre alle 15.30 ci sarà un trekking, con escursione guidata gratuita nella Valle delle Monache (è prevista registrazione alla partenza). Alle 17.30 ci sarà il briefing tecnico sulle due prove e in serata la cena alla Baita del poeta. Domenica, l’apertura del “Wolf village” è programmata alle 4.30 e da lì a poco ci sarà la colazione per i partecipanti alla Marathon. Il via ufficiale è previsto alle 6, mentre alle 9.30 partirà l’Ecotrail in Val Vesola e un quarto d’ora più tardi ci sarà la partenza del “Kid’s trail”. Premiazioni e pasta party al termine delle prove.

LA MARATHON. Un evento dalle caratteristiche tecniche veramente impressionanti: 42 km di sentieri del Parco nazionale della Majella, con 2.850 metri di dislivello positivo. Un percorso emozionante che attraversa ambienti diversi della nostra montagna, dal sottobosco alle creste, dai sentieri comodi ad i “single track” suggestivi, dando la possibilità ai partecipanti di ammirare le vette della nostra montagna, con la possibilità di scorgere anche la costa adriatica. Il grande caldo della prima edizione ha messo a dura prova i 180 atleti che hanno debuttato nell’edizione 2017. Numeri che hanno fatto di questa prova la più partecipata del centro Italia. Previsto un solo cancello orario nella località Balzolo del Comune di Pennapiedimonte da superare entro le 7 ore dal via (alle 13); chi non raggiungerà la località entro tale limite sarà fermato e accompagnato dall’organizzazione al punto di arrivo. Tre i punti di ristoro allestiti, rispettivamente al km 13, al rifugio Pomilio, al km 28 in località Balzolo e al km 36 nella zona di Bocca di Valle, dove ogni atleta potrà alimentarsi con prodotti dolci e salati. Oltre 100 i volontari dislocati sul percorso.

L’ECOTRAIL. Anche questo percorso si sviluppa lungo i sentieri dell’area protetta, per un dislivello positivo di 1.200 metri. Questa gara per lunghezza, difficoltà tecnica e tipologia del sentiero è sicuramente impegnativa, per cui si richiede, a chi partecipa, un accurato allenamento. Lungo il percorso saranno dislocate bandierine, frecce, nastri bicolore e cartellonistica tesi a facilitare l’individuazione del tracciato di gara. Il raduno è previsto dalle 8 a Guardiagrele un’ora e mezza prima della partenza. Il tempo massimo di gara è fissato in 5 ore. Anche in questo caso sono tre i punti ristoro.

L’AMBIENTE. I concorrenti dovranno tenere un comportamento rispettoso dell’ambiente, evitando in particolare di disperdere rifiuti, raccogliere fiori o molestare la fauna. Chiunque sarà sorpreso ad abbandonare rifiuti lungo il percorso sarà squalificato dalla gara e incorrerà nelle eventuali sanzioni previste dai regolamenti comunali e dell’Ente parco.

CAMPIONI IN GARA. I nomi importati dell’evento sono senza dubbio i vincitori delle diverse edizioni che hanno scelto di tornare a vivere l’avventura abruzzese: Maurizio D’Andrea, Antonio Carfagnini. A rappresentare la Danimarca, l’atleta David Stoltenborg. In gara anche la fortissima atleta svizzera Sophie Andrey. Sarà vera battaglia sportiva quella che si prospetta per la vittoria della gara che vedrà rinnovato il duello tra i vincitori ex-aequo della scorsa edizione dell’Ecotrail: gli atleti abruzzesi Guido Barbuscio e Alessio Giancola. Ce n’è per tutti.

di Fabio Iuliano – fonte: il Centro