Musica, danza e dibattiti animano il LoMaggio fest
1 maggio 2018 Condividi

Musica, danza e dibattiti animano il LoMaggio fest

C’è una foto di Francesco Colantoni, dal titolo “L’Aquila in ricostruzione”, che rimbalza da una bacheca all’altra di Facebook in queste ore. La si trova, facilmente digitando l’hashtag #Abruzzoesto ideato come omaggio alla nostra regione, partendo dal punto di vista sociale per finire a quello paesaggistico. Nell’immagine, le nuvole sulla conca si aprono sull’area metropolitana che si estende tra gru e cantieri.

«Alle centinaia di operai che ogni giorno lavorano per ricostruire», si legge nella descrizione dello scatto, divulgato proprio in occasione del ponte del Primo maggio. Quello stesso spirito che anima la due giorni del LoMaggio fest al parco del castello, evento organizzato dall’associazione di promozione sociale “Immagina” con la partecipazione attiva di molte realtà presenti sul territorio: Arci, Abitare Insieme, CsvAq, Comunità XXIV Luglio, Fraterna Tau, Movimento Celestiniano, Locomotiva, Bibliobus Aq, Oipa, Ugl, Cgli, Aquilasmus, Rosso d’Aquila.

Da ieri pomeriggio, sul palco allestito ai piedi della scalinata che conduce al Forte spagnolo, si stanno alternando 15 gruppi musicali, con un programma arricchito da esibizioni di Live painting e danza acrobatica. C’è anche la possibilità di cimentarsi con il gioco del Rustiko (il “risiko” abruzzese) su un tabellone di 64 metri quadri realizzato per l’occasione dall’inventore del gioco, Gregorio Angelucci. Inoltre, l’associazione Rosso d’Aquila ha allestito un’area di rievocazione storica, ci sarà una zona ristoro con birra, cocktail e arrosticini oltre a un variopinto mercato artigianale. Per la giornata di oggi, tra l’altro, il Csvaq ha allestito un’area giochi per bambini.

DENTRO L’AUDITORIUM. Previsto un programma a parte all’interno della struttura progettata da Renzo Piano e donata alla città. Ieri, l’inaugurazione della manifestazione che ha visto l’esibizione dell’orchestra del conservatorio Casella e la prima del corto “Cuori in INterscambio”, realizzato dall’associazione Aquilasmus. Poi dibattiti e incontri sui temi del lavoro e dell’integrazione. C’è stato spazio anche per “Dixit”, spettacolo in versi di Matteo Di Genova, per la seconda volta all’Aquila dopo il successo del tour nazionale.

Oggi pomeriggio, alle 15, sempre all’interno dell’auditorium, ci sarà lo spettacolo “Esperienze di un cantautore” di Noce Moscardi, Banana, Maria Pucci, Pezzopane e Mattia Ferella. Prevista la presenza di Vanni Biordi, voce simbolo dell’emittente Radio L’Aquila 1, media partner dell’iniziativa. Ieri sul palco: Le Dame (il nome è puramente indicativo), Sud d’Anima, Ci Manna Rino, Tnl; Zeronine (tributo ai Linkin park). Oggi, dalle 17 si riprende con Yawp, Bussola rotta a Sud est, il cantautore Amelia, le Lingue sciolte, Boars blue jeans e il progetto Barbari. In chiusura di serata Lithium Quartet Steppin’ Roots e Slammer Sound. Service audio a cura di Fabio Marchetti (Rec) e dj set con l’inossidabile Marco Carosone.

di Fabio Iuliano – fonte: il Centro