Al Polarville le forme della poesia della Leuzzi
2 novembre 2017 Condividi

Al Polarville le forme della poesia della Leuzzi

Parole, musica ed energia al Polarville, in via Castello, con il nuovo libro di Silvia Leuzzi, istrionica scrittrice romana, che ha al suo attivo già una pubblicazione a cura di Aurora Edizioni “I Pensieri di uno stolto, racconti di diversa disabilità”. Un reading con musica dal vivo in programma venerdì 3 alle 18.30. Grazie al premio letterario Scarabeus di Livorno, ha ottenuto la pubblicazione di questo nuovo volume “I temi della poesia”.

68177_876139569077148_8004871474976576424_nLa dissimulazione in poesia è una gran virtù, viene spiegato da Gabriele Sirti nella presentazione dell’opera a cura del sito La sepoltura della letteratura. Ci sono autori che lavorano scopertamente, seminando le loro poesie di rime, assonanze, giochi fonici subito evidenti all’occhio. Altri invece preferiscono nascondere l’arte e giocare su ritmi e toni ora bassi, ora alti, in una quasi-prosa che però mostra, in alcuni punti, la sua vicinanza con la poesia.

Qualcosa di simile fa Silvia Leuzzi con il suo volume. Un’opera illustrata da cinque mini-opere, che aprono le altrettante sezioni in cui è diviso il libro. L’inizio è spesso ironico, ma di un’ironia amara, dell’ironia di chi dice sì due parole per finta, ma la terza sempre sul serio. Musica live a cura degli Yawp.