Cinema da paura, all’Aquila quattro giorni di brividi
21 ottobre 2017 Condividi

Cinema da paura, all’Aquila quattro giorni di brividi

Non poteva esserci occasione migliore per presentare la seconda edizione dell’Horror Film Festival, se non a ridosso dell’anteprima nazionale di “It”, il romanzo capolavoro di Stephen King ora nelle sale italiane grazie all’interessante trasposizione cinematografica di Andrés Muschietti che arriva quasi 30 anni dopo la fortunata miniserie televisiva. Alle 23.30 di mercoledì scorso, in una sala del Movieplex, il cinema multisala del capoluogo, decorata con palloncini rossi e neri, Marcello Di Giacomo, presidente dell’associazione organizzatrice L’Aquila Young ha preso la parola per presentare il nuovo appuntamento. Poi, a mezzanotte in punto, spazio al clown Pennywise. Installazioni, “excape room”, giochi di ruolo, proiezioni e dibattiti scandiscono l’Horror Film Festival che vede in concorso 8 film e 15 cortometraggi.

La kermesse internazionale è in programma dal 28 al 31 ottobre.  Sabato 28 è prevista la cerimonia di apertura del festival alle 17.30 all’interno del Palazzetto dei Nobili che ospiterà tutte le proiezioni. A seguire, sul grande schermo della sala Lignea, primo film in concorso “The Autopsy” diretto da André Ovredal (Gran Bretagna 2016).  Domenica mattina verrà proiettato “Zombie” di George A. Romero, mentre nel pomeriggio, dalle 15) ci sarà la rassegna dei primi cortometraggi in gara: “Greberming” (Nicolai, Italia), “Fils” (Neshvald, Lussemburgo), “Estas Ahi?” (Vela, Spagna), “Run Runer Run” (Shaker, Spagna), “Lion” (Melini, Italia), Medium (Garcia, Spagna), “Like” (Manicardi, Italia). Alle 18 è prevista la proiezione del secondo film in concorso “Rob Zombie” (Usa, 2016), mentre in serata spazio a “Sangue misto”, lungometraggio italiano del 2017 frutto del lavoro di sette registi.  La maratona dei cortometraggi riprende lunedì 30 ottobre con “Into the mood” (Pastor, Spagna), “Deliziosa Prospettiva” (Padovani, Italia), “Ven a mi” (Flores, Messico), “I see you everywhere” (Mendez, Spagna), “El extrano caso del dr. Tonito” (Cueto, Spagna), “Cruel es la nuit” (Deprez, Belgio), “Death Room” (Del Rio, Spagna), “Videotape” (Antonacci – Saracino – Bartoccini, Italia).

Finali e premiazioni dei cortometraggi avranno luogo il giorno seguente, sempre alle 15. Interessante l’appuntamento alle 18 con “Train to Busan” (Sang-ho Yeun, 2016), film in concorso dalla Corea del Sud, mentre in serata è prevista la visione in anteprima europea di “El Sibon: Origenes” diretto da Gisberg Bermudez Molero (Messico/Venezuela 2017). In contemporanea, all’Auditorium Parco del Castello, ci sarà un tributo a Dario Argento con una coreografia ispirata a “Profondo rosso” a cura dell’accademia di danza “Arabesque” e con la proiezione del film “Suspiria”.

Martedì, giornata conclusiva del festival, vede la proiezione degli ultimi due film in concorso, alle 11 (“Le Periple” di Vincent Orst, Francia 2017), alle 15 (“Dark circus” diretto da Julia Ostertag, Germania 2017) e alle 17 (“La cura del benessere” di Gore Verbinski, Usa/Germania 2017). Poi ci saranno le premiazioni di tutte le categorie accompagnate dall’anteprima nazionale del film “In un giorno la fine” di Daniele Misischia che sarà presente in sala. Il Movieplex ospiterà la proiezione dei film “Saw legacy” (16.30) e “Shining”, quest’ultimo nella versione restaurata in digitale alle 20.30 e alle 22.30.

Oltre a Romero, nell’arco della quattro giorni di festival verrà ricordato un altro regista scomparso la scorsa estate, parliamo di Tobe Hooper che firma “Non aprite quella porta”. Il film cult verrà proiettato lunedì 30 alle 11. Sabato ci sarà la notte horror con installazioni in tutto il centro storico.  Domenica pomeriggio è prevista una passeggiata guidata al cimitero monumentale (info e prenotazioni 349.0871974). La sera finale coincide con la festa di Halloween e vedrà una sfilata di maschere dalla villa Comunale a piazza Chiarino (a ridosso della Fontana luminosa) organizzata in collaborazione con tutti i locali del centro storico. In contemporanea, lo spazio di Casematte, ospiterà un’iniziativa dedicata alla stregoneria. Location “top secret”, invece, per il party finale, previsto alle 23.30.

di Fabio Iuliano – fonte: il Centro