Flashback Friday: all’Aquila la movida è un tuffo all’indietro
18 luglio 2017 Condividi

Flashback Friday: all’Aquila la movida è un tuffo all’indietro

Il tuffo all’indietro del “Flashback Friday” con suoni e colori che appartengono a giorni spensierati di una città che godeva a pieno del suo centro storico, prima che il terremoto spazzasse via tutto. Così via Roio è tornata a rivivere sotto le stelle, con la musica, con i sorrisi e con i brindisi strappati all’angolo con la piazza del mercato, in una serata di musica e gusto.

Un’illusione ottica, forse, ma anche un piccolo passo cosciente verso la consapevolezza che a volte basta un’idea per riprendersi un pezzo di vita che comunque ci appartiene. L’idea è quella dei locali Fratelli – il Bacaro 2.0 e del bar gelateria Duomo che hanno ricreato in poche decine di metri le suggestioni di una delle vie storiche della movida aquilana, proprio lì, a due passi da via Sassa, dove le serate si sapeva quando incominciavano e non quando finivano.

Il metronomo. A scandire il ritmo, il sax di Alex Di Rocco, prima in chiave soft e quasi malinconica. Poi, con tutta l’energia che una notte d’estate sa dare, insieme al dj set firmato Alex Di Felice e Carmine Di Pietro, un sound ricercato che accarezza l’R&B, il rap e il Reggaeton, ma che non disprezza le hit commerciali, dagli anni Ottanta a Despacito, con tutto quello che viene in mezzo. E poi gli evergreen, le canzoni di Enrique Iglesias e altre assortite atmsofere latine.

Di Rocco ha al suo attivo numerosi tour all’estero e collaborazioni come solista e all’interno di svariate formazioni cameristiche e sinfoniche italiane. Dal 2012 collabora periodicamente con Katia Ricciarelli con concerti in Italia e all’estero. È vincitore di numerosi concorsi nazionali internazionali tra cui primo premio internazionale Italia Award 2010, il primo premio Latina Sax Competition, il primo premio assoluto al Concorso internazionale Etnie Musicali Teramo. Si è dedicato anche agli studi di musica contemporanea e jazz studiando con seguendo corsi di perfezionamento con artisti del panorama nazionale ed internazionale: Javier Girotto, Roberto Spadoni, Bruno Tommaso, Enzo Pietropaoli, Fabrizio Bosso, Danilo Rea, Stefano Di Battista.

Il gusto. Una degustazione all’insegna delle specialità del territorio con prodotti tipici aquilani preparati in forma di taglieri e primi piatti da Fratelli, tre portate accompagnate da tre birre artigianale differenti: il tagliere “aquilano” abbinato alla birra Pacific, poi i tagliolini “La magnifica”, serviti insieme alla birra Blanche e, per finire, la torta Sacher, insieme alla birra Paranoid.

Tonalità diverse per a cura della birreria Mezzopasso di Popoli, dalle scure dai riflessi rubini, a quelle dal colore oro zafferano, fino al biondo opaco. Nella seconda parte della serata, spazio ai long drink del Bar Duomo, il giusto carburante per la dance all’aperto.

#CENTROANCHIO

Una voglia di riprendersi gli spazi di un tempo che, per iniziativa dello staff di comunicazione dello stesso locale Fratelli, si racconta anche sui social network, grazie all’hashtag #centroanchio che compare sulle foto della movida. La proposta arriva da Laura Tinari, imprenditrice e professionista nel web marketing.

Tags movida, musica, sax