Non siate tristi. Non mollate. Non mollate. Rivolgetevi a Qualcuno, alla musica, a qualcosa privo di dolore, all’oceano, al cielo… Eddie Vedder, Trieste, 22 giugno 2014 _____________ “Don’t be too sad. Don’t give up. Don’t give up. Turn to someone,

Piove a dirotto su Amatrice nel giorno dei funerali solenni per 28 vittime del terremoto che mercoledì scorso ha spezzato le vite di oltre 290 persone nel centro Italia. Dopo le polemiche e la rabbia dei cittadini, che si sono opposti

«Mi chiamo Emanuele, vi mando questi giocattoli e spero che stiate bene, i pelusc (lui lo scrive così) sono per le femmine. Volevo venire, ma mamma ha detto no perché sono piccolo. Ho otto anni. Un abbraccio da Nocera». Al

«È vietato giocare a palla, saltare sul fieno, salire sugli alberi, ridere a crepapelle, sporcarsi, giocare con l’acqua, andare nelle pozzanghere. Illica ti amiamo». L’ironia spensierata che aveva spinto i ragazzi della piccolo frazione di Accumoli a mettere uno striscione

Si aggrava ancora il bilancio delle vittime del terremoto nel Centro Italia, aggiornato dalla Protezione Civile: 267 morti, 207 dei quali ad Amatrice, 49 ad Arquata e 11 ad Accumoli. I feriti passati per gli ospedali di Lazio, Umbria e

Terremoto nel centro Italia, in provincia di Rieti e tra Umbria e Marche. Due morti a Pescara del Tronto (Ascoli Piceno). Due cadaveri sono stati estratti alcuni minuti fa dalle macerie ad Amatrice.Tre le scosse più forti. Una di magnitudo

Teatro, recitazione innanzitutto, ma anche scrittura creativa, musica, improvvisazione. Tutto questo in 120 metri quadrati, un singolo locale diviso con tendaggi fonoassorbenti, all’interno del quale verrà allestito un palcoscenico. La creatività di due associazioni giovanili “Ricordo” ed “Est Est” riporta

Tutto pronto per l’inaugurazione, nel giorno del primo “compleanno in cielo” del piccolo Emanuele Longo, un parco giochi inclusivo in sua memoria. Un parco pensato per tutti, aperto a tutti, una rarità non solo nell’Aquilano, ma anche nel resto d’Italia,

Una volta Istria era italiana, ora per girarla si attraversano due confini, in un territorio che guarda verso Venezia. Un viaggio nella storia antica e recente, fino a un racconto diverso della vicenda umana e politica di Tito, attraverso le