Ironman 70.3, Pescara spalanca le porte all’impossibile
11 giugno 2016 Condividi

Ironman 70.3, Pescara spalanca le porte all’impossibile

Torna domani a Pescara per il sesto anno Ironman 70.3 Italy, la gara internazionale di triathlon che vede impegnati gli atleti su un percorso composto da nuoto (1,9 chilometri) bici (95 chilometri) e corsa (21 chilometri). Questa mattina il benvenuto ufficiale è arrivato dal sindaco Marco Alessandrini e dell’assessore allo sport Giuliano Diodati. “Ci piace che questa manifestazione continui a scegliere Pescara,” ha detto il sindaco ricordando che “ora siamo una città di serie A e che oggi pomeriggio ci saranno i festeggiamenti per la promozione della squadra biancazzurra. In questi due giorni, quindi, Pescara vivrà una festa complessiva dello sport”.

Diodati ha sottolineato invece che “Ironman è la manifestazione più importante di Pescara che consente alla città di farsi conoscere all’estero. Il rapporto con Ironman si è consolidato, ha detto ancora questa mattina, e speriamo che continui”. Intanto, sul fronte della manifestazione, questa mattina ha preso il via il check in per quanto riguarda le bici mentre per quanto riguarda il nuoto la gara si sposta nella zona sud della città. Sulla nuova startline di Pescara sud si ritroveranno circa 1800 atleti.

Nel pomeriggio di oggi invece è atteso la Ironkids, la gara riservata ai bambini e domani al mercato coperto di piazza Muzzi si terrà il pasta party, altro appuntamento tradizionale collaterale alla gara. Per domani è previsto anche il debutto della distanza olimpica 5i50 con un chilometro e mezzo di nuoto, 40 km di percorso in bici e 10 km di corsa: è una gara pensata per chi muove i primi passi nel mondo del triathlon o per gli atleti che vogliono diversificare il calendario delle gare. Anche il #Motasemperteam è in gara