La magia di J-Ax riscalda i giovani dell’Aquila
19 febbraio 2016 Condividi

La magia di J-Ax riscalda i giovani dell’Aquila

È da poco passata la mezzanotte quando l’auto che accompagna J-Ax si presenta alle porte del Bliss. Manager, tecnici del suono e una scorta minima precedono il “rapper atipico” che entra nel Bliss vestito come uno dei Blues Brothers, ma nel camerino ad attenderlo c’è un ritratto a matita di Federico Coda che lo vede in canottiera e cappello di lana. Mezzobusto, grandezza naturale, il disegno dell’artista aquilano gli piace talmente tanto che decide di non salire sul palco senza aver prima fatto in modo di far arrivare il quadro in macchina.

J-Ax si muove a suon di “Bella zio”. Al suo fianco c’è l’inossidabile dj Marco Carosone, anima di questo spazio ricavato dai locali dell’ex cinema. La direzione artistica ha deciso di investire parecchio nella musica live anche per questa stagione. Sabato sarà la volta dei Calibro 35 e del loro Winter tour. Venerdì 11 marzo, invece, sbarcherà al Bliss l’Improbabile tour dei Bandabardò, la band fiorentina che ha fatto ballare mezza Italia. L’undicesimo disco di inediti della band segna un nuovo modo per rivivere l’autenticità dell’ormai consolidata cifra stilistica del gruppo. Distribuito per la prima volta con Warner Music, “l’Improbabile” racchiude poesia, allegria, ritmo e passione: chiacchiere da bar, aforismi, aneddoti, sessualità, attualità, frivolezze affiorano con freschezza e classe attraverso 13 brani scritti senza rinunciare a una verace esuberanza che, da più di vent’anni, rappresenta, a pieno titolo, il marchio di fabbrica di questa solida ed insostituibile realtà musicale.

Fortunatamente, i punti di riferimento per la musica sono aumentati negli ultimi anni. Sempre più band si alternano tra i vari palchi cittadini e la musica è un altro modo per dire “non mi arrendo” dopo il terremoto. Locali come l’Irish Cafè di Pianola o il Pocoloco di Paganica, così come il Monthy’s Irish pub a Coppito reclutano continuamente musicisti dalla scena locale a quella nazionale e internazionale. Anche la Società dei concerti “Barattelli” ha deciso di strizzare un occhio al trend della musica alternativa: domani sera l’Auditorium del Parco del Castello ospiterà un concerto degli Ouragan. Un viaggio attraverso le note delle canzoni che hanno fatto la storia degli Ouragan. L’appuntamento è in programma alle 21. Ma torniamo al Bliss. A scaldare gli animi ci pensano Space One e Dj Fabio B. J-Ax aspetta il suo turno in un camerino improvvisato allestito a due passi dal palco. C’è anche un pentolino per fare un thè last minute e poi si parte. Tra i pezzi cantati anche le principali hit degli Articolo 31, anche quel Tranqi-Funky. «Avevo il vinile originale», spiega Carosone, «me l’ha autografato. Mi è sembrato tanto contento a fine serata, ci ha fatto i complimenti e ci ha detto che si tratta di una piccola Alcatraz».

di Fabio Iuliano – fonte il Centro