24 ottobre 2014 Condividi

Cinema e psichiatria: un tributo all'immagine

magritte

L’AQUILA. Dallo specchio d’acqua di Narciso ai quindici minuti di notorietà individuali, una visuale di un futuro 2.0 immaginato molti anni prima. La 12esima rassegna Cinema e psichiatra, promossa dall’Istituto cinematografico “La lanterna magica” e dal Dipartimento di Salute mentale della Asl dell’Aquila, affronta il tema dell’immagine «un prezzo da pagare, in tutte le sue forme». Un tema senza tempo che viene affrontato con il linguaggio del cinema contemporaneo, dalle intuizioni di Vittorio De Sica alle prospettive di Paolo Sorrentino, Matteo Garrone e Paolo Virzì. C’è spazio anche per autori internazionali, impegnati tra l’altro nel ricostruire il vissuto e il narrato di artisti come Oscar Wilde pronti a mettere in discussione la propria carriera e la propria vita privata pur di affrontare un percorso attraverso l’immagine e tutte le sue contraddizioni.

Un itinerario di proiezioni, dibattiti e reading teatrali che porterà all’Aquila giornalisti e critici cinematografici come Adranna Pannitteri (Tg1) o Federico Pontiggia (il Fatto Quotidiano), ma anche attori e registi come Sergio Rubini. È proprio lui, mercoledì prossimo, a dare il via alla rassegna in un incontro previsto alle 18 all’Auditorium Sericchi (Strinella 88), sede di tutte le proiezioni.

Dopo l’introduzione del direttore del Dipartimento Asl Vittorio Sconci e del presidente dell’Istituto cinematografico, Carlo Di Stanislao, è prevista la proiezione di “Il boom” di De Sica. Giovedì 6 novembre (ore 18) è in programma “Wilde” di Brian Gilbert, con interventi a cura del professor Alessandro Rossi e del dottor Lorenzo Annecchini. Mercoledì 12 novebre (ore 18) sarà la volta del film “L’uomo in più” di Paolo Sorrentino. Giovedì 20 novembre (ore 18) ci sarà “Tre Passi nel delirio” di Vadim, Malle e Fellini. Mercoledì 26 novembre (ore 18) è in programma “La prima cosa bella” di Paolo Virzì. Dibattito curato da Maria Rita Ferri e Paolo Stratta. Sabato 29 novembre, alle 10, Sconci presenterà il “Ritratto” di Dorian Gray di Albert Lewin. Giovedì 4 dicembre (ore 18) è prevista la proiezione di “La morte ti fa bella” di Robert Zemeckis, con contributi in sala della dottoressa Maddalena Dufrusine e del dottor Stefano Di Cataldo. “Reality” di Garrone, sabato 6 dicembre (ore 10) e “Il mio miglior nemico” di Verdone (mercoledì 10 ore 18) chiudono la rassegna.

Tre i reading previsti a cura della giornalista-sociologa Tiziana Pasetti: mercoledì 19 (ore 17), alla biblioteca provinciale “Tommasi” ci sarà un incontro su “Alexis o il trattato della lotta vana” di Marguerite Yourcenar. Sabato 29 novembre, alla libreria Colacchi, si parla di “Bel Ami” di Guy De Maupassant. Infine, sabato 6 dicembre c’è un reading su Stoner di John Edward Williams. La rassegna, coordinata da Giovanni Chilante dell’Istituto cinematografico, è stata presentata da Nerino Di Loreto (per conto della Bper), dal professor Alessandro Rossi e da Mercedes Calvisi (Lanterna Magica). L’ingresso alle proiezioni è libero.

di Fabio Iuliano – fonte il Centro