21 gennaio 2010 Condividi

L’Aquila, manifesti contro la Protezione civile Spa

BERTOLASO: NON ABBIAMO NULLA DA NASCONDERE

di Fabio Iuliano

L’AQUILA. Proteste all’Aquila contro la trasformazione della Protezione civile in società per azioni con una serie di manifesti affissi nei quartieri residenziali del capoluogo: “198 euro un giubbino della Protezione civile”, “35 euro un buono pasto”, per chi lavora al dipartimento contro “5 euro a pasto per i vigili del fuoco”. A realizzare la protesta gli organizzatori dell’assemblea pubblica sulla questione – in programma sabato prossimo – tra i quali il comitato “3e32”.

“L’assemblea – informano gli organizzatori – si propone come un momento di confronto sulla gestione privata delle emergenze e sui commissariamenti”. A loro, il capo dipartimento Guido Bertolaso risponde stigmatizzando. “Siamo molto orgogliosi, lieti ed onorati di tutta questa attenzione al nostro movimento – ha replicato – questa voglia di fare i conti in tasca e con il microscopio. Siccome non abbiamo nulla da nascondere – ha aggiunto – non abbiamo nulla da temere, ben vengano queste critiche e queste attenzioni, tanto sono i risultati che contano”.